web analytics " /> Insegnamento di Pareto | Project Management Network - Project Management
PMnetwork Subscription|1|

Menu

Articles
 Main Directory
 New Articles
 Popular Articles
 Top Articles
 Articles FAQ

Search: 

Newest Articles

 PMO, quale ruolo per il cambiamento?
(Hits: 7694)

I risultati di uno studio che ha analizzato la funzione del PMO.

Dallo studio “European P...
read more...

 PRINCE2 ? Cosè ?
(Hits: 8392)

Questo Articolo fornisce una visione, in lingua italiana, di cosa PRINCE2 sia.
Vuole informare ...
read more...

 Metodologia TenStep
(Hits: 8707)

La metodologia TenStep consiste in un approccio semplice e funzionale per la gestione di tutti i pro...
read more...

 Insegnamento di Pareto
(Hits: 11815)

Nel 1897 Pareto, sociologo ed economista italiano, studiando la distribuzione dei redditi della popo...
read more...

 What is the Secret to Project Management?
(Hits: 8839)

A standard question I ask during a typical first interview is "What do you feel is the secret to pro...
read more...

Print Insegnamento di Pareto


Insegnamento di Pareto
Date Added: 5/18/2008
Posted by:
 gianmarco.antonelli
 gianmarco.antonelligmail.com

Viewed: 11815 times

In estrema sintesi la legge di Pareto afferma che: la maggior parte degli effetti è dovuta ad un numero ristretto di cause (considerando grandi numeri).

Secondo la "legge 80/20", in genere l'80% dei risultati dipende dal 20% delle cause.

Come mai proprio queste percentuali ? Non c’è un motivo rigoroso, i valori 80% e 20% sono ottenuti mediante osservazioni empiriche di numerosi fenomeni e sono solo indicativi, soo passati alla storia perché utilizzati originariamente dallo stesso Pareto.

Questo principio può trovare applicazione pratiche in diversi settori, ad esempio:

·         economia: il 20% dei clienti produce l’80% del fatturato di un’azienda; il 20% dei venditori fa l'80% delle vendite, ed il restante 80% dei commerciali fa solo il 20% delle vendite.

·         qualità: il 20% dei tipi possibili di guasto in un processo produttivo genera l'80% delle non conformità totali. Oppure: l'80% dei reclami proviene dal 20% dei clienti. Oppure eliminando il 20% dei difetti si eliminano l’80% delle difettosità.

·         informatica: l’80% del tempo di esecuzione è impiegato solo dal 20% delle istruzioni di un programma. Oppure: l'80% delle operazioni degli utenti sono dovute al 20% delle funzioni a disposizione di un applicativo. Oppure l'80% dei visitatori di un sito vede solo il 20% delle pagine

·         Logistica: il 20% delle merci in magazzino procura l’80% della movimentazione; l'80% dei prodotti stoccati in un magazzino fanno capo al 20% dei fornitori

Più in dettaglio, il diagramma di Pareto consiste nell’affiancare il grafico della distribuzione percentuale di un fenomeno, con quello della distribuzione cumulata.

Vediamo un esempio:

Si supponga di dover valutare la qualità di un prodotto, come ad esempio un computer portatile, e di aver osservato, per un determinato arco temporale, la seguente numerosità dei difetti:

Elenco difetti

Numero

Incidenza

Incidenza Cumulata

Tastiera

30

43%

43%

Touchpad

15

21%

64%

Audio

9

13%

77%

WiFi

6

9%

86%

Dvd

4

6%

91%

Monitor

3

4%

96%

Webcam

2

3%

99%

Altro

1

1%

100%

Totale

70

Elenco dei difetti

L’incidenza è data dal rapporto percentuale tra il numero (o frequenza) di difetti di una determinata tipologia ed il totale.

L’incidenza cumulata di un tipo di difetto è ottenuta sommando le incidenze di tutti i tipi di difetto più frequenti di quello considerato.

In altre parole, occorre ordinare i tipi di guasto per frequenza in modo discendente, dal più frequente al meno frequente.

Tracciando il grafico della incidenza e della distribuzione cumulata si ottiene una rappresentazione visuale della distribuzione dei difetti:


Distribuzione dei difetti per tipologia
Diagramma di Pareto della distribuzione dei difetti per tipologia

Dal diagramma è possibile determinare su quali tipologie di difetti è conveniente concentrare le attività di miglioramento.

Nel caso specifico, circa l’80% del numero difetti è dovuto solamente alle prime tre tipologie: dovendo quindi stabilire una strategia di ottimizzazione, conviene migliorare la tastiera, il touchpad e il sistema audio.

Gianmarco Antonelli
PM Network (www.pmnetwork.it)


CommentAdd Comment/Rating


Other Articles by this Author

Back
Advertising:
Set us as your default homepage Bookmark us Privacy   © 2008 Project Management Network All Rights Reserved. Design by: Project Management Network Go To Top Of Page

Page load time - 0.205
BN ARUBA|1|